Morosini Riccardo
Corazziere dal 1996, Comandante dal 2006

Per un Niardese "purosangue" fare il Corazziere è un sogno che inizia a crescerti dentro da bambino.
Mi ricordo i tardi pomeriggi (andavo ancora all'asilo ...) passati con il Fondatore, Don Franco Betta, a guardare le prove che mio papà (allora comandante) faceva nel mese di aprile, per prepararsi alle festifità patronali imminenti.
Mi ricordo i rimproveri di Don Betta quando sbagliavano e le striglliate che dava a quelli che mancavano alle prove. E' li che nacque la mia "voglia" di diventare Corazziere una volta dventato grande.
E devo dire che adesso che lo sono, l'orgoglio di vestire questa divisa, ormai quasi centenaria, è sempre più grande!
La speranza ed il dovere è quello di esserne sempre degno.
W I CORAZZIERI! SEMPRE!